Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale. Il comando di Linux che mette fuori uso alcuni portatili | Ubuntu Software Libero: The World Of Linux rel='external nofollowC; expr:href='data:post.createLinkUrl'
IN QUESTO BLOG PARLEREMO DI TUTTE LE DISTRIBUZIONI LINUX E LE LORO CARATTERISTICHE, GRAZIE E BUONA PERMANENZA!!!

Gruppo Facebook:

Elenco Dei Post

__________________________________________________________________________________________________________

3 febbraio 2016

Il comando di Linux che mette fuori uso alcuni portatili


Il caso del comando di Linux potenzialmente in grado creare non pochi grattacapi a chi utilizza un portatile è partito a seguito della testimonianza di un utente del forum Arch Linux che segnalava l'impossibilità di avviare il notebook dopo aver inviato il comando rm -rf –no-preserve-root / (n.b. alla luce di quanto si dirà in seguito è altamente sconsigliato farlo).
Di per sè il comando non è in grado di danneggiare in maniera signficativa il portatile, limitandosi a cancellare l'installazione di Linux, tuttavia, su alcuni portatili - l'utente cita espressamente un portatile MSI - eseguendolo viene completamente cancellata anche la partizione di boot EFI dall'interno di Linux. Il risultato è presto detto: si corre il rischio di non poter più avviare il portatile.

L'utente che ha recentemente notato il problema afferma a riguardo:
Oggi io ed un mio amico abbiamo eseguito "rm -rf –no-preserve-root /" su un portatile MSI perché volevamo sbarazzarci della partizione di Arch piuttosto "bloated". Naturalmente avremmo potuto formattare solo la partizione di root e reinstallare Arch. Invece abbiamo pensato che sarebbe stato divertente osservare l'installazione di GNOME. Non siamo stati abbastanza stupidi da lasciare montate le partizioni importanti. Abbiamo smontato tutto tranne root (/)
Tra il materiale cancellato figura anche il contenuto della cartella  /sys/firmware/efi/efivars/  ovvero gli script e le informazioni necessarie affinchè il portatile possa avviarsi utilizzando lo standard EFI. L'impossibilità di trovare il firmware - che avrebbe dovuto essere di sola lettura - determina l'impossibilità di accendere il portatile. Il caso discusso in maniera piuttosto diffusa su GitHub mette in evidenza principalmente l'anomalia legata alla possibilità di cancellare un elemento come il firmware così importante per assicurare il corretto funzionamento del portatile.
E' corretto precisare che il problema, documentato in maniera abbastanza ampia in relazione ai portatili MSI, potrebbe riguardare anche prodotti di altri brand. Non si dispone di una casistica estesa, tuttavia, né si può procedere con prove empiriche visto il potenziale danno che si può causare al portatile. Alla luce dei potenziali rischi legati all'operazione, utilizzare una più innocua procedura di formattazione è un'operazione maggiormente consigliata.

preso da sito=www.hwupgrade.it/news/sistemi-operativi/il-comando-linux-che-mette-ko-alcuni-portatili_60691.html

Per saperne di più su Linux/ To learn more about Linux=https://www.facebook.com/groups/416785168484322/

I vari siti di Linux: