Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale. Attenzione Linux sta tornando Mirai. | Ubuntu Software Libero: The World Of Linux rel='external nofollowC; expr:href='data:post.createLinkUrl'
IN QUESTO BLOG PARLEREMO DI TUTTE LE DISTRIBUZIONI LINUX E LE LORO CARATTERISTICHE, GRAZIE E BUONA PERMANENZA!!!

Gruppo Facebook:

Elenco Dei Post

__________________________________________________________________________________________________________

3 dicembre 2018

Attenzione Linux sta tornando Mirai.

Mirai punta su Linux.

Intanto parliamo di cos'è Mirai, sarebbe è un malware progettato per operare su dispositivi connessi a Internet, rendendoli parte di una botnet dove è possibile ricevere attacchi informatici a larga scala.

alcuni esperti sulla sicurezza affermano che sta tornando Mirai però non usa la versione ioT e successe più di un anno che trasformo in zombie molti dispositivi connessi ad internet,dove si creo un esercito di DDoS sui target mirati.

Gli esperti di Netscout hanno annunciato che Mirai sta per tornare e sta per attaccare insediandosi nei server di Linux, e questo è il merito del Hadoop che ha una grossa falla che è stata individuata già in precedenza.

Ha portato a credere di un cambio di passo dei criminali informatici dal mondo IoT.

Quelli di Netscout cosa ne pensano"Come molti oggetti Internet delle cose hanno spiegato da Netscout – i server Linux privi di patch possono essere sfruttati su larga scala per espandere gli exploit a tutti quelli vulnerabili"

A quanto pare queste nuove versioni di Mirai funzionano come sempre però ora raggiungono dispositivi diversi, il momento del lancio, è la prima volta che la botnet guarda al di fuori dell’IoT vero e proprio.

Il motivo quale sarebbe? I server Linux nei data center hanno accesso a una maggiore larghezza di banda rispetto ai dispositivi IoT su reti residenziali, rendendo gli eventuali DDoS molto più efficienti.

Il che ha senso, dato che una manciata di server simili può generare attacchi decisamente più grandi.

Come ha affermato la stessa Netscout: “Il numero di tentativi indica che l’attività è opera di un piccolo gruppo di aggressori.

Il loro obiettivo è chiaro: installare il malware su una vasta gamma di device: una volta raggiunto un punto d’appoggio, Mirai su un server Linux si comporta come un bot su IoT e inizia a forzare i nomi utente e le password telnet”.


Fermarlo è possibile, cominciando ad aggiornare le macchine e a usare sistemi di sicurezza specifici.

Spero che questo articolo vi sia piaciuto e speriamo che venga risolti, ci rivedremo al prossimo.

Botnet

Per saperne di più su Linux=https://www.facebook.com/groups/416785168484322/




'Ubuntu Software Libero, ubuntusoftwarelibero, ubuntu server, ubuntu software center, ubuntu software center install, ubuntu download, libreoffice ubuntu, linux ubuntu, linux'


                                                                   
                                   
                                                                                                     
                                                                                                                    Nicola Barboni


I vari siti di Linux: